La frittata di radicchio, specialità trevigiana

La frittata di radicchio rappresenta una vera e propria specialità dell’area trevigiana.

In questa ricetta vi proponiamo una variante soffice, leggera ed ipocalorica, ma molto saporita e delicata. La ricetta non prevede l’utilizzo né di olio né di burro, per cui è l’ideale anche per chi fa attenzione alle calorie assunte.

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 4 uova
  • Parmigiano Reggiano
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 2 cespi di radicchio trevigiano
  • mezza cipolla

PREPARAZIONE

Tempi di preparazione: circa 5 minuti

Laviamo e puliamo, sotto acqua corrente, il radicchio tagliandolo in striscioline molto sottili.

Taglio a cubetti molto piccoli la mezza cipolla e dividiamo gli albumi dai tuorli.

Montiamo i quattro albumi a neve ferma. L’operazione di montatura è conclusa nel momento in cui, capovolgendo il contenitore, gli albumi montati a neve restano ben fermi.

Aggiungo a questo punto un pizzico di pepe, il radicchio, il sale, il parmigiano grattugiato, i cubetti di cipolla e i tuorli sbattuti con una forchetta. Amalgamiamo molto delicatamente i vari ingredienti affinché non vada perduta la montatura a neve.

COTTURA

Tempi di cottura: 10 minuti

Trasferiamo il composto omogeneo ottenuto in una padella antiaderente in ceramica e facciamo cuocere a fuoco medio, chiudendo ermeticamente con un coperchio. In questo modo la frittata comincerà a cuocere sia sotto che sopra. Una volta che la frittata si stacca dalla pentola, capovolgere e lasciar cuocere qualche minuto anche dall’altro lato.

E’ importante che la frittata non scurisca troppo, dato che la preparazione prevede alla fine un sapore molto delicato ed eventuali bruciature rovinerebbero tutto.