Consigli su come abbinare i vini al cibo

L’abbinamento del vino al cibo è molto importante per la riuscita di un buon menù, ma non è la cosa più facile del mondo. Tutti sappiamo che i vini rossi vanno con la carne e i vini bianchi si sposano bene con il pesce, ma è davvero tutto qui? No di certo! Ci sarebbero tante cose da dire sull’abbinamento vino-cibo, ma per non commettere errori ci basterà sapere alcune cose fondamentali.

E’ importante sapere che i cibi si dividono per gusto: sapido, aromatico, grasso, dolce e acido. In base a queste linee guida possiamo scegliere l’abbinamento perfetto. Per questa mini guida agli abbinamenti abbiamo chiesto all’enoteca online 075winestore.com alcune dritte. Vediamo insieme come abbinare cibo e vino:

Innanzitutto bisogna individuare il gusto principale del nostro piatto e bilanciarlo con il giusto vino.

  • I piatti dal gusto delicato si abbinano ad un vino tenue e leggero.
  • I piatti dal gusto forte e deciso si abbinano ad un vino importante e strutturato.

A questo punto possiamo andare più a fondo, valutando la corrispondenza dei sapori tra cibo e vino:

  • Un piatto dal sapore sapido va abbinato ad un vino abbastanza alcolico
  • Un piatto grasso va abbinato ad un vino acido e possibilmente frizzante
  • Un dessert si abbina bene con vini dolci come passito, moscato o il portoghese vino Porto o Spumanti e Champagne.

Con quale ordine servire i vini?

La regola principale da seguire per servire i vini con il giusto ordine è quella di iniziare sempre dai più leggeri come gusto e gradazione alcolica. Andando avanti con le portate, andranno serviti i vini più importanti e strutturati per poi finire con i vini dolci. Chiaramente se il menù prevede abbinamenti enogastronomici con vini bianchi e rossi, è bene iniziare con i bianchi.

Ci sono vini che si abbinano bene a tutte le pietanze?

Ci sono moltissimi vini che si abbinano bene a tutto pasto, come ad esempio il vino tipico dell’Emilia Romagna, il Lambrusco oppure il vino campano Gragnano. Questi sono dei vini rossi frizzanti, leggeri che si adattano molto bene dall’antipasto al dolce.

Si può abbinare un vino rosso a piatti di pesce?

Certo che si! I vini rossi che si abbinano bene a piatti di pesce sono vini giovani e dal gusto delicato come il Lacryma Christi, il Piedirosso, la Bonarda ecc Ovviamente per abbinare un vino rosso a pietanze di pesce bisogna fare molta attenzione.

Il rischio è di annullare con il sapore troppo forte del vino il gusto delicato del pesce. In questi casi è bene informarsi precisamente sulle caratteristiche dei vini e sulle possibilità di abbinamento consultando le schede tecniche presenti sul sito di vendita online o nella vostra enoteca di fiducia.

A quali cibi non va abbinato nessun vino?

Le pietanze condite con molto aceto sicuramente non si abbinano bene ai vini, così come per le pietanze dal gusto fortemente agrumato.

Per finire vi lasciamo alcuni suggerimenti generali sugli abbinamenti del cibo ai vini:

  • Antipasti – Vino bianco o spumante
  • Primi, riso e minestre – Vino bianco o rosato
  • Secondi di carni bianche – Vino bianco o rosato
  • Secondi di carni rosse – Vino rosato o rosso
  • Secondi di pesce – Vino bianco, spumante o rosato
  • Formaggi – Vino bianco o rosso in base alla stagionatura
  • Dolci e dessert – Vino passito, moscato, spumanti e champagne
  • Frutta – Vino bianco o spumante